Archivi tag: autostrade

Viadotto Cannavino

Il Viadotto Cannavino, conosciuto anche come Ponte di Celico, collega tra loro Crotone e Cosenza.

Perché parlo del Viadotto Cannavino nel mio blog? Mi risulta che tale viadotto rischia di crollare, in quanto ha una crepa che viene trascurata dalle autorità competenti.

Viadotto Cannavino visto da sottoViadotto Cannavino visto da sopraCosa fanno l’ANAS e la Società Autostrade? Cosa fa il governo italiano? Per cosa paghiamo le tasse noi cittadini?

Certa gente dice che mancano i soldi per fare interventi di manutenzione. Scommetto che i soldi salteranno fuori quando il viadotto sarà crollato.

Sapete qual è la cosa che mi fa più schifo? Quando il viadotto sarà crollato, nella migliore delle ipotesi, i responsabili pagheranno tanti soldi di risarcimento, ma non faranno neanche un giorno di galera, più o meno come tanti altri criminali italiani. Mi viene in mente Francesco Schettino, e anche i criminali che hanno ucciso Stefano Cucchi, così come quelli che hanno ucciso Federico Aldrovandi. Dovrei parlare anche dei criminali che hanno costruito gli edifici crollati in Abruzzo, e probabilmente presto scriverò un articolo in merito. Parlando di viadotti, mi viene in mente il viadotto crollato a Belo Horizonte.

Dopo il crollo del viadotto, probabilmente ci saranno funerali di Stato, in cui ministri e parlamentari faranno vedere le loro false lacrime in stile Elsa Fornero.

Ovviamente spero che presto venga un governo serio, che faccia tutti gli interventi di manutenzione necessari. Se il viadotto dovesse crollare prima dell’insediamento del governo serio, spero che il governo serio faccia in tempo a punire i responsabili della mancata manutenzione.

Mi risulta che sono state lanciate petizioni per la manutenzione del Viadotto Cannavino. Mi piacciono molto le petizioni in Internet, mentre mi schifa la necessità di una petizione per un intervento che dovrebbe essere di ordinaria amministrazione.

Viadotto Cannavino pagine esterne

Zoom24

Qui Cosenza

Qui Calabria

Vice News

La Voce Cosentina

Gazzetta del Sud

Intelligo News

Huffington Post

Trasporto Europa

Centro Meteo Italiano

Automoto

Strill.it

Today.it

Attivo TV

CN24TV

Repubblica

Il Tempo

Il Messaggero

Limiti di velocità

Non ho niente contro i limiti di velocità sulle strade, ma ho obiezioni sul modo in cui vengono fatti i controlli in certi comuni italiani.

limiti di velocità in Italia
limiti di velocità in Italia

Per come la vedo io, è giusto che ci siano i controlli, e mi sembra giusto che esistano strumenti elettronici che controllano la velocità dei veicoli, ma certe volte si verificano abusi di tali strumenti di controllo.

Si può multare un veicolo che va a 52 km/h quando il limite massimo è 50 km/h? Non so se la legge italiana lo consente, ma la mia morale lo vieta. La mia fortuna è che non lavoro in nessun corpo di pubblica sicurezza, altrimenti dovrei fare troppe cose contro la mia morale, e con questo non voglio dire niente contro gli agenti di pubblica sicurezza, che fanno tutto il possibile per rendere sicuro il nostro paese.

Cosa ho da dire sulla violazione del limite di velocità di cui sopra? A questa domanda risponderò con due domande:

1Quanto fa 52-50?

2Quando fa 52/50?

Alla prima domanda è facile rispondere. Per quanto riguarda la seconda domanda, ho fatto il calcolo a mano e ho trovato il seguente risultato: 1,04; tale risultato viene confermato dalla mia calcolatrice.

Studiando fisica, so che gli strumenti di misura fanno errori, non perché siano fatti male, ma perché la perfezione non esiste.

Possibile che uno strumento rileva una differenza di 2 km/h e un rapporto di 1,04?

Chi ci dice che il veicolo incriminato andava a 52 km/h? Forse andava a 49 km/h; non possiamo sapere con certezza se violava il limite di velocità.

Per rispettare la privacy di chi guidava, non dirò il nome del conducente né dell’automobile, e non dirò neanche dove si è verificato il fatto.

Secondo me, i comuni si approfittano del fatto che tanta gente preferisce pagare piuttosto che fare ricorso. Non so se fare ricorso ha un costo, ma sicuramente implica passaggi burocratici tutt’altro che trascurabili.

Pagine esterne sui limiti di velocità e su come fare ricorso

Autovelox.net

Altalex

ADUC

Contestare le multe autovelox

Il Resto del Carlino

Pagina della Polizia di Stato con indicazioni su dove viene fatto il controllo della velocità

Pagina di Autostrade per l’Italia con indicazioni sulle strade soggette a controllo elettronico della velocità

Abbonamenti autostradali

Dopo l’articolo sui passaggi in automobile, voglio scriverne uno sugli abbonamenti autostradali.
Esistono gli abbonamenti autostradali?
Cartello presente all’ingresso di ogni autostrada italiana

Tanta gente abita lontano dal posto di lavoro, pertanto ha bisogno di un mezzo per spostarsi; c’è chi usa il trasporto pubblico, ma c’è anche chi usa mezzi privati, per scelta o per necessità.

Tra i cittadini che usano mezzi privati per andare al lavoro, ce ne sono tanti che percorrono autostrade, molte delle quali sono a pagamento.

Se qualcuno percorre abitualmente lo stesso tratto autostradale, perché deve pagare tutte le volte? Per come la vedo io, sarebbe molto più semplice fare abbonamenti autostradali, che i clienti pagherebbero in anticipo, con vantaggi per sé stessi e per la società che gestisce l’autostrada.

Tra l’altro, mi piacerebbe sapere chi gestisce le autostrade italiane. Se ho capito bene, i soldi dei pedaggi non vanno interamente allo Stato; una parte va a una società privata; se è vero, mi schifa un po’.

In un paese in cui si paga il trasporto pubblico, posso anche capire che si pagano i pedaggi, o meglio, lo accetterei se ci fosse il reddito minimo garantito, mentre non lo accetto con la situazione attuale, che ostacola gli spostamenti ai cittadini senza reddito. Finché non verrà istituito il reddito minimo garantito, non potrò accettare alcun prezzo per servizi di prima necessità; pago tali servizi con l’amaro in bocca. Con o senza reddito minimo garantito, sostengo la possibilità di abbonamenti autostradali, che ridurrebbero il costo dei viaggi per chi percorre abitualmente le autostrade e ridurrebbero il traffico su strade di altro tipo.

Come mi è venuta l’idea degli abbonamenti per le autostrade? Questa idea non è mia; l’ho letta in vari siti Internet. Tra l’altro, si direbbe che esiste già una legge in merito, ma dovrei capire bene come funziona.

Pagine esterne sugli abbonamenti autostradali

Movimento 5 Stelle (Tariffe agevolate per i pendolari delle autostrade)

Movimento 5 Stelle (Abbonamenti autostradali)

Quattroruote (Abbonamento scontato per i pendolari)

Fanpage (Lupi: «Abbonamenti autostradali scontati per pendolari e autotrasportatori»)

Il Fatto Quotidiano (Non ancora pervenuto lo sconto di Maurizio Lupi per i pendolari)

Il Tirreno (Sconti in autostrada)

Gazzetta dello Sport (Sconti in autostrada per i pendolari)

Corriere del Veneto

Il Sole 24 Ore

Il Gazzettino

La Stampa

Al Volante

Maurizio Lupi (Guida allo sconto pendolari in autostrada)

CNA Veneto

Concessioni Autostradali Venete

The Games Machine

Telepass

Autostrada Asti-Cuneo

Autostrada Torino-Ivrea-Valle d’Aosta

SITAF