Crea sito
 

 

 

 

     
     
 





Dopo la pagina sugli aforismi, ho deciso di aprire una pagina sulle poesie. A differenza di come ho fatto per gli aforismi, le poesie che metterò in questa pagina saranno in lingua originale.

Cliccando qui, troverete una pagina che raccoglie le poesie scritte da me.

Cliccando qui, troverete l'indice dei miei racconti.


In questa pagina è presente un pulsante per condividere i contenuti nel proprio profilo Google. Per ulteriori informazioni cliccare qui. Ho aggiunto anche tasti per altre reti sociali.



 
              
 
    

Er Senatore

Che meraviglia sei diventato senatore
È mo’ te senti er più gran signore
Lasci interviste e fai er politico sapiente
Pe me è pe’ troppi ancora sei poco più de gnente

Te guardo incredula seduto proprio accanto
E penso che non sai quale gran rimpianto
De quelli che vicino me stavano ai banchetti
È senza dubbio alcuno capivano i concetti

So poche cose giuro semplici e banali
Ma te le voi stravolge e rende particolari
Proponi accordi strani e vedi prospettive
Mentre io guardo ste merde e genero invettive

So io quella sbagliata che ha perso er movimento?
O te come bandiera ora giri insieme al vento
È invece de grida’ annate TUTTI A CASA
Te inventi le cazzate ma questa è n’antra cosa

Lontano da quei sogni che qui c’hanno portato
Prevedono concetti che ormai te sei scordato
Ma sai quanto me frega a me de sta poltrona
Se quando me guardo in faccia vedo n’antra persona

Ma quanti sete 5, 7, 20…
Perché nun ve ne andate felici e contenti
Lasciate che sto sogno che in tanti ancor vediamo
Possa spiccare er volo .. E voi state lontano

(Paola Taverna)



 

Mi próxima vida canaria

La próxima vez me gustaría nacer en Tenerife
espero merecerlo
Me gustaría ser ciudadano o ciudadana de esa isla bonita
Si no puede ser Tenerife
que sea otra isla del mismo archipiélago
Me gustaría que ese archipiélago fuese un Estado independiente

Me gustaría ver el primer día de independencia canaria
Si no puede ser en esta vida
que sea en la próxima

En la próxima vida me gustaría ser ciudadano o ciudadana de Islas Canarias
Me gustaría vivir en un Archipiélago Canario libre y democrático

Esta vez he nacido en otro país
pero me gustaría vivir los últimos años de esta vida en Tenerife
espero que sean muchos años
y sobre todo que sean buenos

(Paolo Marzano)

   

Ogni vita che viviamo

Certe battaglie mi hanno reso più forte
L'alternativa sarebbe stata la morte

Mi piacerebbe non aver combattuto
ma il destino diversamente ha voluto
Un destino che forse ho scritto precedentemente
con azioni fatte inconsapevolmente

La conseguenza di ogni azione
deve servirci di lezione
Ogni nostra azione ha conseguenze sul futuro
Questo fenomeno viene chiamato karma duro

Cosa ho fatto nella vita precedente?
È chiaro che non può venirmi in mente
Ogni evento che prima era scritto nella mia memoria
ora è scritto solo nella storia

Se ricordassimo le nostre vite precedenti
proveremmo rancore per conoscenti e parenti
Sentire la mancanza degli amici
ci impedirebbe di vivere felici

Ogni vita che viviamo è una prova
per questo ogni volta ne viviamo una nuova
Ogni vita che ci aspetta è una sfida
che nelle nostre capacità confida

Certe volte dobbiamo decidere in modo saggio
Altre volte dobbiamo provare il nostro coraggio

(Paolo Marzano)

 
                   
                   
   

La poesia

È il sussurro dell’Anima
che porta alla mente
ciò che furtiva
ha scovato nel cuore.

Un silenzio
fatto di emozioni
forgiate su carta,
che però vale
più di mille parole
urlate nel vento.

Un respiro
delicato ed etereo
come aria leggera,
che tuttavia brucia
più del gran fuoco
del caldo Inferno.

Un pezzetto di carta
piccolo come
un pugno di terra
fra le mie mani,
ma più sconfinata
è l’essenza sua
di questo e ogni altro
blu e immenso mare.

Stralci di cielo
cullano il sogno
di una vita passata
su di un fragile gozzo.

Ed ogni Poeta è un Pescatore
che sta seduto silenzioso
sulle rive d’un fiume chiamato Anima.

(Jennifer Crepuscolo)

   

Il carnevale

La vita è un grosso carnevale
dove io sono l'unica senza maschera.......

cammino,
cammino e osservo
le tante maschere
tutte uguali
uniformi
aride,
le osservo muoversi
ridere
piangere,
tutte allo stesso modo
tutte allo stesso tempo,

all'unisono
parlano
pensano
scelgono,
insieme vanno
di pari passo
ritmicamente,
roboticamente...

Ed io?

Io li guardo,
senza maschera,
camminando in senso opposto
scordinando i passi
stonando nel coro
di voci uniformi...

e faccio paura.

Scherniscono, fuggono, sparlano...
loro mi guardano senza osservare

E allora io?

Io continua a camminare,
senza maschera
e li osservo
disgustata e affascinata.
Cammino
osservo
e ti cerco......
arriva un mascherato
e mi porge la sua arma... una maschera.
Rifiuto.
Se ne và.
Non voglio vivere nell'ombra
di una maschera,
nè nell'ombra di me stessa...

io voglio trovarti!
Voglio trovare te
proprio te
che ostenti la tua faccia,
trovare te
che sei come me
te che come me
sai essere te
semplicemente te,
te considerato diverso
per esser ciò che sei,
come me,
come tutto ciò che davvero è...
E io continuo a camminare
dove voglio
come voglio...

E adesso loro?

Loro si nascondono..... dietro una maschera.

"...la vita è un grande carnevale,
urlate gente! gioite!
Nessuno vi ha mai sentito,
nessuno mai vi sentirà!
l'indifferenza è la nostra regina,
l'apparenza la nostra realtà..."

Ed io?

Io dico no.

(Jennifer Crepuscolo)

   

Anime di cristallo

A te che t'alzi più stanca
di quando ti addormentasti,
distrutta da un mondo
che proprio non ti capisce.
A te che piangi per lui
che non sa parlare al tuo cuore,
troppo occuppato ad ascoltare
sempre e solo il suo.
A te che non puoi scegliere della tua vita
perchè ci sono già i tuoi genitori e gli altri a farlo.
A te che cerchi fra luci ed ombre
perchè è l'unico modo
in cui ti senti veramente viva.
A te che sorridi al prossimo sincera
ricevendo solo ipocrisia.
A te che piangi sola in quel letto
desiderando più che mai una sua carezza.
A te che vivi di sogni e ideali
che puntualmente ti vengono distrutti....
Sì, a te, proprio a te
che sei uno splendore e non lo sai,
a te che sei un fiore cresciuto nel fango,
un gattino sperduto nel mondo,
a te che sei preziosa
come un gioiello semplice e raro...
A te io dico ora di alzarti
e di asciugare quegli splendidi occhi,
a te dico di voltarti
e di gurdare le enormi e forti ali
che inconsapevole possiedi....
E a te io ora dico, liberati da tutte le zavorre,
abbandona ogni tua paura,
ascolta il battere del tuo cuore
che come vedi non è ancora stanco...

E vola!
Vola,
vola con quelle ali
finalmente libera,
vola e librati nell'aria
leggiadra e leggera,
leggera e infinita,
vola in alto e non scendere,
vola e non fermarti...

A te io dico che sei bellissima
e che anche se non ti conosco
anche se mai mi conoscerai,
io ti amo,
perchè io sono come te
perchè Tu sei come me...
anime di cristallo.......................

(Jennifer Crepuscolo)

 
                   
                   
   

Reencarnación

A través de vidas
vengo hasta ti
con un amor sin tiempo
sin memoria...

Presintiéndote,
buscándote
soñándote.

Naceremos
muchas veces…

Mi niña
nos encontraremos
cada vez,
para amarnos

(Rodolfo Gaínza)

   

Las heridas del alma

Mi alma está herida
sólo el bardo puede curarla
Esta vida ha empezado mal
Mi última infancia ha sido un asco
He sufrido muchos abusos
tal vez lo merezco

Mientras espero el bardo
me gustaría ser independiente
de otros seres humanos
me gustaría hacer muchas cosas buenas
para mí y para los demás

Quiero mejorar mi civilización
Quiero ganar karma positivo
para que mi próxima vida sea mejor

(Paolo Marzano)

   

Un viaje llamado samsara

El samsara es un viaje largo
tal vez infinito
mucha gente cree que el samsara tiene un empiece y un final
yo creo que este viaje nunca ha empezado y nunca terminará
creo que hemos vivido infinitas vidas y viviremos infinitas vidas más

Lo que encontraremos depende de nosotros
Cada acción nuestra nos volverá
Si hacemos cosas buenas
encontraremos cosas buenas
Si hacemos cosas malas
encontraremos cosas malas
Todo vuelve

Aunque olvidamos nuestras vidas anteriores
algunos recuerdos nos quedan
por eso tenemos habilidades
que de lo contrario serían inexplicables

(Paolo Marzano)

 
                   
                   
   

El gran arquitecto

La Armonía de las estrellas
Da testimonio de tu obra
Lo mismo las distancias exactas
Que separan las partículas del átomo

Los planetas son tu esquina
Más querida, los azules
Porque en ellos reverdece
El pensamiento

Nada gira sin que antes gire
En tu conciencia
La forma de todo lo existente
Es la misma forma de tu sueño

Y no estás más allá
Ni en las profundidades del cosmos
Ni en el corazón de los protones
Ni en el alma de los hombres

Somos nosotros quienes estamos
En tu seno
Navegando como ideas
En tu océano de amor.

(Antonio Mora Vélez)

   

Galaxia

Caracol de fuego
Que fraguas la vida en tus aristas

Espiral de luz
Que portas el mensaje de los dioses

Escucha la voz de esta estrella
Que colapsa en uno de tus brazos

Y llena de amor
Esta franja del universo
Donde mora, inseguro
El pensamiento

(Antonio Mora Vélez)

       
                   
                   
   

La semplicità del vivere

La mia sorgente di vita: l’Acqua.
L’Acqua pura
scende da un’altura
ma non è duratura,
allora come l’oro
non la deterioro.

La mia sorgente di vita: l’Acqua.
Limpida e setosa,
utile e preziosa.

La mia sorgente di vita: l’Acqua.
Fin dall’antichità
è stata una priorità,
l’Acqua ci da il senso della libertà.

(Giulia Lora)

   

L'acqua inquinata

Le discariche abusive,
inquinano l’acque sorgive.
Ne fanno sempre di nuove,
dovremo ber quella che piove.

Anche l’acqua minerale,
un giorno, vedrai, farà male.
Sono sicuro, nel tempo che verrà,
anche lei si inquinerà.

La plastica che la contiene
hanno detto che non fa bene.
Anche se , per la minerale,
ci vuol la plastica speciale.

Ho sentito che han detto:
"Va bene quella del rubinetto !
L’impurità è nel consentito,
dal valore che è stato stabilito!

Se si inquinerà di più,
Il valore sarà tirato su".

(Eugenio Milza)

       
                   
                   
   

Prigione virtuale

Gelo di impianti elettronici
fra anelli intrappolati
dalla paura di un soffocamento.
Morbide le parole,
sono coccole allo stomaco
ribaltato da perversi pensieri.
Continuerò a leccare la tua essenza
con mani infiammate
sopra un buio che può volare.
Tirami verso te
buttami sul pavimento
di sogni eternamente,lontanamente
utopici,
un credo aggiustato.
Non vederti
sentirti in flebili essenze
che squarciano,
sono bende sugli occhi,
sanguino lacrime,
cieca,cieca...
sento solo mani blu
d'inchiostro forzato.
Accarezzo le parole
di un eterno amore monumentale...
perchè non le tue mani?
Utopia è
dominare onde pure
di un viola oceano aggrappato a scogli
che feriscono.
Non finirà tutto così,
continuiamo a nuotare,noi.

(Isabella Santacroce)

     Appassire

A che serve curare con tutto il
proprio amore una rosa, sapendo
che appassirà presto?


Le rose tagliate, seppur belle,
non vivono a lungo in un vaso.
Puoi darle tutta l'acqua che vuoi ma appassiranno comunque...


Puoi eccedere con l'acqua, e moriranno prima...


È tutta una questione di scegliere:
Vederla morire lentamente,
o darle subito il colpo di grazia.

(Nenia Samael)

   

Forum e reti sociali

Forum o rete sociale?
La differenza può sembrare banale
In entrambi i casi comunichiamo con la gente
anche se in modo differente

Proviamo il gusto di interagire con altri utenti
e aprire le nostre menti

Diffondiamo informazioni
Scambiamo opinioni
Esprimiamo emozioni
Prendiamo decisioni

Gli amministratori e i moderatori
cancellano i commenti denigratori
ma anche i commenti infiammati
verranno eliminati
salvo se sono costruttivi
allora resteranno ivi

L'insulto e l'ingiuria
in certi utenti provocano furia
Per il resto ogni utente può esprimere la propria opinione
rispettando le altre persone

È meglio il forum o la rete sociale?
È questione di gusto personale

(Paolo Marzano)

 
                   
                   
   

LA TORRE

Scalino dopo scalino,
seguimmo il Neckar fin
sulla riva d’arcobaleno.
S’accesero prati verdi e
acque olivastre,
mentre lucevan i dardi
del Sole sulla tua Tubinga.
La stanza scarna,
la sedia su cui sedevi.
I salici piangenti,
le tessiture del mondo.
Saremo grandi un giorno?
Avremo i secoli spettrali
come tiepido contorno?

(Alberto Iess)

   

IL BATTELLO

Quell'ebbro fiume, macchiato
dai nostri trascorsi umani,
i tronchi di quel bosco malato,
dipinto dagl'incubi ariani.
Silvana, tiepida, pioggia sparsa
che plana sulla culla torbosa,
mentre la nostra mente riarsa
cerca nel vuoto una sposa.

Abbia i capelli leggeri,
affinché possan giocare
sull'Alte Brücke con la brezza.
Porti il sorriso svogliato di chi
nella cattiveria celi tenerezza.

Vidi il battello, e presto pensai
al cielo ch'è secchiello
per tutti i miei guai.
La barca bassa passa,
lenta e silente, controcorrente.
Lontana dai flutti, dalle bianche
ciglia che increspano
l'occhio amorfo del Neckar.
Vidi il battello fuggire,
tasche cariche per chissà dove.
E questo era il mio destino:
calarmi nel fiume, la vita è altrove.

(Alberto Iess)

   

MANNHEIM

La bianca mattina
si trascinerà su binari stanchi,
su strade affollate,
su cantanti falliti,
sul profumo rosso
della maracuja al tramonto,
sulle tinte nocciola
di una fontana
in cui cadrai.

(Alberto Iess)

 
                   
                   
   

TICINO

Sul greto del fiume,
abbandono le paure.

É dolce il tuo ribollir tra le pietre.

Le sponde sabbiose accolgono
i primi pensieri che sorgono.

Si sciolgono i timori,
dimentico gli inutili amori.

É fluida la tua memoria tra la pioggia.

Doni ció di cui ho bisogno, non ció che che voglio
e libera vivo, testa alta, con orgoglio.

Mi faró trascinare dall'acqua che sente,
i pensieri nascosti della mia mente.

É chiaro il tuo sgorgar tra i monti
da cui corri,
corri, corri, verso la grande corrente
attraverso la pianura come fossi liquido serpente.

(Alice Martinello)

             
                   
                   
   

Lode a chi si difende


Aiutami musa
a scrivere su chi abusa

Lode a chi spara contro i rapinatori
Che serva di lezione per tutti i malfattori

Certa gente spara contro cittadini innocenti
e non fa neanche un giorno di galera
Altra gente spara contro i malviventi
e trascorre una vita nera

Tra processo, prigione e risarcimenti
viene spontaneo augurare gli accidenti
contro chi amministra questa «giustizia» infernale
visibile in ogni canale

Alcuni si salvano dalla prigione
per l'attenuante della provocazione
Altri evitano la pena detentiva
per legittima difesa putativa
Altri ancora non hanno alcuna attenuante
e devono fare una vita estenuante
trascorrendo anni in una galera
dove ogni giornata è nera
o faticando ad arrivare alla fine del mese
per risarcire il danno fatto a un criminale
che ha usato un proprio arnese
per fare qualcosa di male


(Paolo Marzano)

             
                   
                   

 

 

 

Cliccare qui per la pagina principale del sito

Cliccare qui per l'indice delle sezioni del sito

Cliccare qui per la mappa del sito