Archivi tag: prostituzione

Terzo segreto di Satira

Il Terzo Segreto di Satira è un gruppo di attori che fanno filmati satirici. Tali filmati si trovano facilmente su Youtube, e anche in altri siti Internet.

Terzo segreto di Satira
immagine presente nel blog del gruppo

Ho conosciuto il Terzo Segreto di Satira ultimamente; non ricordo cosa stavo cercando né qual è il primo filmato che ho visto di tale gruppo.

Terzo segreto di Satira
protagonisti di un episodio

Alcuni filmati fanno satira sugli elettori del PD, di Forza Italia e del Movimento 5 Stelle. Altri filmati parlano del razzismo italiano e della crisi dell’economia italiana.

C’è anche un filmato sulla prostituzione, su cui mi piacerebbe scrivere un articolo nei prossimi giorni. Per ora posso dire che sono a favore della legalizzazione delle case di tolleranza.

Per ora ho visto pochi filmati del Terzo Segreto di Satira, ma nei prossimi giorni vorrei aprire una sezione dedicata a tale gruppo. Tra l’altro, dovrei aggiornare la sezione satirica del mio sito; è da tanto che non la aggiorno.

Speravo di scrivere di più, ma per ora ho poco da dire, anche se non escludo di aggiornare questo articolo.

Esther Spincer (attivista)

Zara Whites, pseudonimo di Esther Kooiman (Hoeksche Waard ‘s-Gravendeel, 8 novembre 1968), è un’ex attrice pornografica, attivista e blogger olandese naturalizzata francese. Ha scritto due autobiografie; attualmente è conosciuta col nome di Esther Spincer. (fonte: Wikipedia)

Esther SpincerDopo l’articolo su vegetarianismo e veganismo, sentivo il bisogno di scrivere un articolo su Esther Spincer, in quanto ho saputo che Esther non mangia animali; ovviamente questo non è l’unico motivo, altrimenti dovrei scrivere milioni di articoli.

Mi è piaciuta molto la biografia di Esther. Probabilmente molti di voi ricordano Zara Whites per la sua presenza in «Colpo grosso», trasmissione televisiva italiana di tanto tempo fa. Io non ho mai visto «Colpo grosso» in televisione, ma ho visto alcuni pezzi in Internet; tra l’altro, esisteva una versione spagnola che si chiamava «Ay qué calor».

Cosa mi piace della biografia di Esther Spincer? Ancora una volta faccio copia e incolla da Wikipedia.

A Rotterdam lavora come prostituta d’alto bordo dall’età di 19 anni[1].

Se avete letto l’altro mio blog (attualmente non disponibile), saprete che io sostengo l’apertura delle case di tolleranza. L’altro mio blog si trovava nel sito di Democrazia Digitale, ma il dominio è scaduto. Per ulteriori informazioni su Democrazia Digitale, potete cliccare qui.

Anche Esther Spincer ha un blog; l’unico mio problema è che il blog di Esther è scritto in francese, una lingua che non conosco; forse qualcuno può tradurre qualche articolo.

Approfitto di questo articolo per esprimere alcune mie opinioni.

Perché tanta gente si scandalizza se un presidente fa sesso a pagamento? Io condanno Silvio Berlusconi per tanti motivi, ma non per gli eventi sessuali; questo è lo stesso motivo per cui non condanno Piero Marrazzo, che secondo me era tra i più puliti nel Partito Tutt’Altro Che Democratico, un partito che si preoccupa più per l’apparenza che per altre cose. Mi viene in mente l’episodio di Alice Rosi, che ha lasciato un incarico nel PD a causa di un film pornografico; ho citato questo episodio anche nell’articolo sulle espulsioni dai partiti.

Perché certi incarichi vengono considerati incompatibili con la pornografia? Piuttosto dovrebbero essere incompatibili con i crimini; è per questo motivo che Silvio Berlusconi non doveva candidarsi, ma non solo lui. Il parlamento italiano è pieno di gente sporca.

Avevo iniziato parlando di Esther Spincer, poi ho parlato di altre cose. Mi scuso con Esther per il paragone con Silvio, ma non mi venivano in mente altri paragoni.

Esther Spincer ha la mia stima; Silvio Berlusconi no.

Volevo collegare ulteriori pagine su Esther Spincer; il problema è che è difficile trovare pagine in italiano.

 

Stato biscazziere

L’Italia è uno Stato biscazziere, nel senso che il governo italiano guadagna tanti soldi grazie al gioco d’azzardo; fin qui non avrei niente in contrario, anche se capisco la gente che si schiera contro il gioco d’azzardo in generale.

Stato biscazziereIn questo articolo spiegherò gli errori che secondo me vengono fatti dal governo italiano.

La gente vuole giocare d’azzardo? Va bene! Se non può farlo legalmente, lo farà illegalmente, pertanto mi sembra giusto che il gioco d’azzardo sia legale, ma c’è un limite a tutto. Ho notato che in certi bar sono presenti macchine per giochi d’azzardo, tra cui slot machine; per come la vedo io, macchine di quel tipo dovrebbero trovarsi solo in locali con ingresso vietato ai minori di 18 anni; in più, metterei anche l’obbligo di esibire un certificato di indipendenza da gioco d’azzardo.

AzzardopatiaIl gioco d’azzardo provoca dipendenza, come le droghe e come tante altre cose. Mi fanno incazzare certe pubblicità che vedo in televisione e sui giornali. Se hanno vietato la pubblicità alle sigarette, perché non vietano la pubblicità al gioco d’azzardo? Quelle pubblicità mi schifano soprattutto quando dicono «gioca senza esagerare», che sarebbe come dire «drògati senza esagerare». Perché non legalizzano le droghe? Perché non legalizzano le case di tolleranza? In parte ne ho parlato nell’altro blog, ma penso di parlarne dettagliatamente nei prossimi giorni.

Chi guadagna dal gioco d’azzardo? Chi ha interesse a mantenere questa situazione?

Tornando al discorso sulla pubblicità alle sigarette, ci sarebbe da fare un discorso lungo, che farò in un articolo separato; per ora mi limito a dire che mi càpita di vedere pubblicità di sigarette quando vedo gare di formula uno, e questo mi schifa altamente.

Quanto guadagna lo Stato italiano con il gioco d’azzardo? Quanto spende lo Stato italiano per curare i cittadini con dipendenza da gioco d’azzardo?

Altre pagine relative allo Stato biscazziere e al gioco d’azzardo in generale

Definizione di biscazziere secondo il Corriere della Sera

Definizione di biscazziere secondo Wordreference

Articolo di Wikipedia sull’azzardopatia

Pagina in spagnolo sull’azzardopatia, detta impropriamente ludopatia

Il Fatto Quotidiano (Chiamiamola ‘azzardopatia’ e non ‘ludopatia’)

Il Fatto Quotidiano (I calcoli sbagliati dello Stato biscazziere)

Il Fatto Quotidiano (Governo schizofrenico)

Il Fatto Quotidiano (L’ipocrisia dei giochi di Stato)

Il Sole 24 Ore (Stato biscazziere contro Stato dottore)

QN (I paradossi dello Stato biscazziere)

Città Nuova (Stato biscazziere e perdente)

100 Passi (Stato attento alla salute dei cittadini o Stato biscazziere)

Pagina di «Sentire» con collegamenti a vari articoli sullo Stato biscazziere

Fondazione Umberto Veronesi