Archivi tag: filmati

Terzo segreto di Satira

Il Terzo Segreto di Satira è un gruppo di attori che fanno filmati satirici. Tali filmati si trovano facilmente su Youtube, e anche in altri siti Internet.

Terzo segreto di Satira
immagine presente nel blog del gruppo

Ho conosciuto il Terzo Segreto di Satira ultimamente; non ricordo cosa stavo cercando né qual è il primo filmato che ho visto di tale gruppo.

Terzo segreto di Satira
protagonisti di un episodio

Alcuni filmati fanno satira sugli elettori del PD, di Forza Italia e del Movimento 5 Stelle. Altri filmati parlano del razzismo italiano e della crisi dell’economia italiana.

C’è anche un filmato sulla prostituzione, su cui mi piacerebbe scrivere un articolo nei prossimi giorni. Per ora posso dire che sono a favore della legalizzazione delle case di tolleranza.

Per ora ho visto pochi filmati del Terzo Segreto di Satira, ma nei prossimi giorni vorrei aprire una sezione dedicata a tale gruppo. Tra l’altro, dovrei aggiornare la sezione satirica del mio sito; è da tanto che non la aggiorno.

Speravo di scrivere di più, ma per ora ho poco da dire, anche se non escludo di aggiornare questo articolo.

Guadagnare con Youtube

Oggi voglio scrivere qualcosa di leggero. Spiegherò come guadagnare con Youtube.

I lettori abituali di questo blog sanno che qui parlo prevalentemente di politica, ma non esclusivamente. Certe volte aggiorno i visitatori su novità riguardanti altre sezioni del sito.

Ho intenzione di fare un po’ di filmati da caricare su Youtube; non so quando li farò; ovviamente avrò bisogno di una telecamera; probabilmente la comprerò dopo le vacanze invernali, oppure me la farò regalare per il compleanno.

Quando avrò fatto i filmati, attiverò la monetizzazione del mio canale, così metterò la pubblicità. All’inizio i guadagni saranno scarsi, ma cresceranno, come crescono i guadagni con Smalfiland.

Poiché parlo di tante cose nel sito, gli argomenti non mi mancheranno per il canale Youtube; l’unica differenza è il modo di comunicare.

Su Youtube ho visto filmati che spiegano come attivare la monetizzazione, mentre in un altro sito ho trovato un manuale, che per ora ho letto in parte.

Perché voglio fare filmati? Qualcuno dirà che mi interessano i soldi, e in parte è vero, ma il motivo principale è che spesso sento dire che i canali video sono più seguiti dei blog, di conseguenza possono essermi molto utili per diffondere informazioni e opinioni che abitualmente scrivo qui.

Guardalo (rete sociale)

Guardalo è una rete sociale dedicata alla visualizzazione di filmati. È come Youtube? Più o meno; una differenza è che con Guardalo è possibile guadagnare soldi a seconda del numero di visualizzazioni e condivisioni; io per ora ho guadagnato €1,37 caricando quattro filmati; sono iscritto da ieri. Sapete cosa significa questo? Ovviamente i guadagni cresceranno, e i primi iscritti saranno avvantaggiati. Vi ricorda qualcosa? Ho scritto cose simili parlando di Smalfiland, GlobAllShare e Nuovomondo.

GuardaloQuando si carica un filmato su Guardalo, bisogna scrivere un testo di presentazione di almeno 150 parole; il testo deve essere in italiano e non deve essere copiato da altri siti Internet. Per evitare la pubblicazione di testi di presentazione non validi, ogni testo viene controllato manualmente dagli amministratori della comunità; se il testo viene disapprovato, il filmato non viene pubblicato.

Non mi è chiaro come Guardalo riceve soldi, in quanto non ho visto pubblicità nel sito, ma so che Guardalo paga i suoi utenti nei seguenti modi: ricarica Paypal e bonifico bancario.

Se volete iscrivervi a Guardalo agganciandovi a me, quello che dovete fare è cliccare qui e seguire le istruzioni.

 

L’Isola delle Rose

L’Isola delle Rose era uno Stato, fondato da Giorgio Rosa su una piattaforma nel Mare Adriatico, poco lontano dalle acque territoriali italiane.

Giorgio Rosa ha progettato la piattaforma e ha dichiarato l’indipendenza del suo Stato, coniando una propria moneta, emettendo propri francobolli e scegliendo l’esperanto come lingua ufficiale; in più, l’Isola delle Rose aveva una propria bandiera.

Bandiera dell'Isola delle Rose
Bandiera dell’Isola delle Rose

Secondo me, Giorgio Rosa ha avuto un’idea geniale; forse il suo errore è stato costruire la piattaforma vicino alle acque territoriali di uno Stato già esistente. Da Wikipedia risulta che dove finiscono le acque territoriali, non iniziano immediatamente le acque internazionali, ma c’è una zona chiamata fascia contigua; resta da capire se era così anche ai tempi in cui era presente la piattaforma; se non era così, il governo italiano ha commesso una grave violazione.

Non spiegherò dettagliatamente la storia dell’Isola delle Rose; lo fanno già altre pagine che ho trovato in Internet. Mi limiterò a dire alcune mie opinioni.

Per come la vedo io, il governo italiano si è dato la zappa sui piedi, perché l’Isola delle Rose portava turismo, non solo all’isola stessa, ma anche all’Italia, in quanto era necessario passare per Rimini per raggiungere l’Isola delle Rose. Tanta gente è incuriosita dai piccoli Stati, e questo è uno dei motivi per cui San Marino ha i suoi lati positivi per l’Italia così come Andorra ha i suoi lati positivi per la Spagna e la Francia.

È stato fatto un film che spiega dettagliatamente la storia dell’Isola delle Rose; quel film è prevalentemente in esperanto, ma le interviste sono in lingua originale, cioè in italiano.

Se non avete la pazienza di guardare tutto il film, vi consiglio di guardare almeno il filmato di presentazione (trailer). Se invece avete tanta pazienza, vi consiglio di cercare altri articoli e altri filmati.

Tra l’altro, ho notato che è stato scritto un romanzo ispirato all’Isola delle Rose; sorvolando sull’autore, che ha la fama di non mantenere le promesse fatte, ho tanta curiosità di lèggere quel libro.