Archivi tag: elezioni

Elezioni europee 2019

Le elezioni europee 2019 mi hanno dato l’amaro in bocca.

La Lega Nord è il primo partito italiano. Dicono che lo scrutinio è in corso, ma penso che sia inutile sperare in un risultato diverso.

Io ho sprecato il voto. Se avete letto il mio articolo precedente, saprete che ho votato Europa Verde. La cosa che mi fa rosicare maggiormente è l’astensionismo. Un voto non dato è sprecato in ogni caso. Se gli astensionisti avessero votato Europa Verde, ora tale partito avrebbe il maggiore numero di seggi italiani al parlamento europeo.

La soglia di sbarramento mi fa rosicare; potrei accettarla se l’elezione fosse a doppio turno. Al secondo turno avrei votato Movimento 5 Stelle. Un lato positivo è che Casapound e Forza Nuova non riceveranno alcun seggio, e sarebbe così anche se i due partiti avessero presentato un’unica lista insieme. Un lato negativo è che lo stesso risultato spetta a partiti che mi stanno simpatici, tra cui Europa Verde e Partito Animalista Italiano, che non avrebbero ricevuto alcun seggio neanche facendo un’unica lista con il Partito Pirata.

risultati elezioni europee 2019
risultati elezioni europee 2019 (Leggo)

Come ho detto prima, ancora stanno contando le schede, pertanto posso sbagliare, anche se probabilmente non di molto.

Probabilmente Matteo Salvini ci farà fare figuracce, come faceva Silvio Berlusconi. Perché dico così? Mi risulta che Matteo Salvini ha diffuso una notizia del TG2 che si è rivelata falsa.

Probabilmente Matteo Salvini si monterà la testa e pretenderà di più dal Movimento 5 Stelle.

Non so cos’altro dire, a parte che ho poca fiducia nel popolo italiano.

Pagine esterne sulle elezioni europee 2019

Il Fatto Quotidiano — Inversione di peso nel governo

Il Fatto Quotidiano — Trionfo Lega

Il Post — Il giorno dopo le elezioni europee

Il Post — I risultati delle elezioni europee in Italia

Il Post — Chi avrà la maggioranza nel parlamento europeo

Il Sussidiario

Il Sole 24 Ore

TPI

Elezione presidenziale 2015

elezione presidenziale 2015
descrizione della modalità di elezione del presidente della Repubblica Italiana

Come si sta svolgendo l’elezione presidenziale 2015? Io sto seguendo poco questo evento, ma ho visto i nomi di alcuni candidati, che per i miei gusti sono impresentabili. Vogliamo parlare di Walter Veltroni? Aveva promesso di non candidarsi più, ma poi ha continuato a candidarsi per le elezioni; dopo il secondo mandato come sindaco di Roma, si è candidato alla presidenza del Consiglio dei Ministri.

Sorvolando sull’espressione «elezioni politiche» che non mi piace, in quanto tutte le elezioni sono politiche, Walter Veltroni avrebbe fatto una bella figura restando in silenzio. Non ho niente contro chi si candida tante volte, mentre mi infastidisce chi lo fa dopo aver detto che non lo avrebbe fatto.

Come sapete, nel 2013 Giorgio Napolitano è stato eletto presidente della Repubblica Italiana per la seconda volta consecutiva, ma ultimamente ha dato le dimissioni. Le funzioni del presidente della Repubblica ora sono svolte da Pietro Grasso, che assume la carica di presidente supplente fino al giuramento del prossimo presidente della Repubblica. Finché Pietro Grasso sarà presidente supplente della Repubblica, non potrà svolgere le funzioni di presidente del Senato; tali funzioni verranno svolte a turno dai vicepresidenti.

stendardo del presidente della Repubblica
stendardo del presidente della Repubblica Italiana

stendardo del presidente supplente della Repubblica Italiana
stendardo del presidente supplente della Repubblica Italiana

Solo oggi ho saputo che Pietro Grasso non svolgerà le sue funzioni temporanee al Quirinale, bensì a Palazzo Giustiniani, residenza ufficiale del presidente del Senato.

Secondo alcuni articoli che ho letto in Internet, il presidente supplente può anche sciogliere le Camere quando sostituisce il presidente della Repubblica per impedimento permanente, ma la logica mi suggerisce che Pietro Grasso non lo farà.

Chi vincerà l’elezione presidenziale 2015? Non mi è chiaro se Milena Gabanelli è di nuovo nella lista dei candidati; se lo è, spero che questa volta non faccia l’errore di rinunciare. Secondo me, Milena Gabanelli farebbe un ottimo lavoro come presidente della Repubblica.

Pagine esterne sull’elezione presidenziale 2015

Articolo di Wikipedia sull’elezione presidenziale 2015

La Stampa

Il Fatto Quotidiano

L’Espresso

Repubblica (I tre forni del premier)

Repubblica (Dopo le dimissioni di Giorgio Napolitano)

IBT (Che fine fa il presidente del Senato)

Il Secolo XIX

Polisblog

Huffington Post

ANSA

Documento della Camera dei Deputati sulla supplenza del presidente della Repubblica

Elezioni primarie

Le elezioni primarie sono elezioni interne ai partiti, che servono per scegliere i candidati alle elezioni successive, in cui i cittadini vengono chiamati a scegliere chi deve ricoprire certe cariche.

Perché alcuni partiti fanno le elezioni primarie? Secondo me, Wikipedia risponde bene a questa domanda.

La ragione delle elezioni primarie è la promozione della massima partecipazione degli elettori alla scelta dei candidati a cariche pubbliche, in contrapposizione al sistema che vede gli elettori scegliere fra candidati designati dai partiti.

Facsimile scheda elezioni primarie
Facsimile della scheda elettorale usata per scegliere il candidato alla presidenza del Consiglio dei Ministri

Se dipendesse da me, metterei l’obbligo di elezioni primarie per tutti i partiti; questo aggirerebbe almeno in parte il problema delle liste bloccate, ma io metterei tale obbligo indipendentemente dalla possibilità di esprimere preferenze alle elezioni nazionali o locali.

Per quanto riguarda l’elettorato, attivo o passivo, io darei la possibilità di voto solo agli iscritti al partito, in modo da evitare problemi come quelli che si sono verificati nel cosiddetto «Partito Democratico», che è democratico di nome ma non di fatto, come ha dimostrato varie volte.


Primarie del Centrosinistra, inviato di… di bulsa_virgilio

Nell’altro blog ho spiegato il mio programma per le prossime elezioni nazionali. Per chi non lo sapesse, ho intenzione di candidarmi con Democrazia Digitale. Tra i punti del mio programma c’è l’obbligo di elezioni primarie per tutti i partiti, con possibilità di voto solo per gli iscritti al partito; per esempio, se io abito a Roma e faccio parte di Democrazia Digitale, posso votare all’elezione primaria per scegliere il candidato a sindaco e i candidati al consiglio comunale che si presentano a Roma con Democrazia Digitale. Si può discutere sulle modalità di voto. È meglio votare attraverso Internet o in apposite sedi? A me piace molto l’idea del voto in Internet, ma capisco la gente che non si fida; è difficile accettare certi cambiamenti.

Pagine esterne sulle elezioni primarie

Articolo di Wikipedia sulle elezioni primarie in generale

Articolo di Wikipedia sulle elezioni del PD del 2013

Primarie PD, ha vinto il Gabibbo

Farsa elezioni PD

Votano due volte nello stesso seggio

Fanpage (elezioni PD 2013)