Archivi tag: Berlino

Muro di Berlino (muro della vergogna)

Il 9 novembre di ogni anno si festeggia l’anniversario della caduta del Muro di Berlino, uno dei muri più vergognosi della storia dell’umanità.

Volevo scrivere questo articolo il 9 novembre, ma quel giorno non ero dell’umore giusto.

Come molti di voi sapranno, il Muro di Berlino è stato costruito il 13 agosto 1961 per decisione della Germania dell’Est. Perché è stato costruito quel muro? Dopo la seconda guerra mondiale, quattro Stati occupavano la Germania, nel senso che ognuno di quei quattro Stati controllava una parte di territorio tedesco; la parte orientale era controllata dal governo sovietico, che è quello che ha imposto le condizioni peggiori, almeno secondo le testimonianze che ho trovato in Internet. Gli altri tre Stati che controllavano parti di territorio tedesco si sono alleati tra loro; insieme controllavano una grande parte di territorio tedesco, che dal 1949 al 1990 è stata la Germania dell’Ovest, ufficialmente Repubblica Federale Tedesca. La Germania dell’Est si chiamava Repubblica Democratica Tedesca, ma di democratico aveva solo il nome; mi ricorda un partito italiano.

Come si viveva nelle Germania dell’Est? Vi dico solo che tanti tedeschi dell’est scappavano dal loro paese, come fanno tanti coreani del nord e come fa tanta gente di altri Stati. Per contrastare la fuga, viene costruito il famoso muro. Sapete qual è la cosa più divertente e tragica? Il 15 giugno 1961 il presidente del Consiglio di Stato della Germania dell’Est dice più o meno così: «Nessuno ha intenzione di costruire un muro»; mi ricorda certi presidenti del governo italiano.

Come è stata unita la Germania? In parte il merito è di Michail Gorbaciov, che non a caso è molto amato dai tedeschi.

Il 9 novembre 1989 il Muro di Berlino viene abbattuto, ma la Germania ancora è divisa in due Stati, molto diversi tra loro. Il governo della Germania dell’Est trova una soluzione facile e difficile allo stesso tempo: sciogliere il proprio Stato, cedendo il proprio territorio al governo dell’ovest, che dal 3 ottobre 1990 controlla tutto il territorio tedesco.

Ho raccontato la storia del Muro di Berlino in modo molto sintetico. Per ulteriori informazioni potete cliccare i seguenti collegamenti:

 

Articolo di Wikipedia sul Muro di Berlino

Articolo di Wikipedia sui muri della vergogna

Storia della Germania dal 1945

Storia del Muro di Berlino

ANSA (Il crollo che cambiò il mondo)

Le 50 date più importanti della storia

Berlin.de (La costruzione del Muro di Berlino)

Informagiovani (La storia del Muro)

 

Chi non l’avesse già fatto, è invitato a lèggere i miei articoli sulla Corea.

Paesi divisi da muri

Se io vi chiedessi di fare esempi di paesi divisi da muri, quali vi verrebbero in mente? Molti di voi ricorderanno il muro di Berlino, che fino al 1989 divideva la Germania in due Stati, ma esistono tanti altri muri che dividono gli Stati.

Schema del muro di Berlino
Schema del muro di Berlino

Come mi è venuta l’idea di scrivere un articolo sui paesi divisi dai muri? Ultimamente mi sto interessando alla Corea, un paese di cui in Italia si parla poco.

La Corea, così come la Germania, è stata divisa con la guerra fredda tra Stati Uniti d’America e Unione Sovietica.

La Corea è uno dei tanti paesi divisi da muri.
Confine tra le due Coree

Al confine tra le due Coree si trova la cosiddetta zona demilitarizzata, che diversamente da come suggerisce il nome, è piena di soldati di entrambe le Coree; ovviamente i soldati nordcoreani stanno nella parte nord mentre i soldati sudcoreani stanno nella parte sud. Nella zona demilitarizzata c’è una città chiamata Panmunjom, in cui si trovano vari edifici attraversati dal confine tra le due Coree. Stando a quello che ho letto in vari siti Internet, è impossibile attraversare il confine tra le due Coree senza essere feriti o uccisi dai soldati; l’unica eccezione è rappresentata dagli edifici di Panmunjom, e anche là bisogna seguire regole molto rigide per ridurre al minimo i rischi.

Edifici azzurri di Panmunjom attraversati dal confine tra le due Coree
Edifici azzurri di Panmunjom attraversati dal confine tra le due Coree

Un altro giorno parlerò dettagliatamente di Panmunjom e di come è possibile visitarla, ma ora voglio continuare il discorso sui paesi divisi dai muri in generale.

Certi muri dividono popoli che vorrebbero essere uniti, e questo mi schifa altamente. Altri muri dividono uno Stato da un altro, contrastando la migrazione di massa; questi muri possono dare l’amaro in bocca, ma li capisco di più; secondo me, hanno un senso, giusto o sbagliato che sia.

Dovrei cercare ulteriori informazioni sui paesi divisi dai muri; si accettano suggerimenti sulle fonti di tali informazioni.

Altre pagine sui paesi divisi dai muri

Pagina con fotografie di muri che dividono gli Stati

Articolo di Piergiorgio Pescali su Panmunjom

Articolo di Facebook su Panmunjom

Muro dopo muro

Articolo di El País su Panmunjom

Un mundo sin fronteras

 

 

Se questo articolo vi è piaciuto, probabilmente vi piacerà il racconto «Rapisardo e Ayako a Seul».