Eventi culturali

Quali eventi culturali si svolgono in Italia? Non posso parlare dell’Italia in generale, in quanto non ho informazioni sufficienti, pertanto mi concentrerò su Roma.

A Roma vengono organizzati eventi di vari tipi, tra cui mostre su pittori e scultori d’Italia e di altri paesi, ma anche su artisti di altro tipo e su personaggi storici in generale, e non solo su personaggi, ma anche su eventi storici che coinvolgono un’intero popolo o una sua parte. Ottimo, ma si può fare di meglio. Premesso che mi sono piaciute varie mostre che si sono svolte a Roma, secondo me è molto utile l’interazione tra organizzatori e visitatori; cito come esempio la Settimana di Cultura Tibetana di San Cristóbal de La Laguna; io ho partecipato alla seconda edizione; c’era un’esposizione di quadri, ma anche conferenze, danze tibetane e giochi tibetani; i giochi tibetani di cui parlo erano giochi da tavolo; gli organizzatori spiegavano le regole e giocavano insieme ai visitatori; quando c’erano le danze, gli organizzatori spiegavano i passi e ballavano insieme ai visitatori; le danze erano di gruppo; una di queste si faceva in cerchio. Stando a quello che ho letto in Internet, la Settimana di Cultura Tibetana non si svolge più a La Laguna, ma ad Adeje; probabilmente ci sono ottime ragioni per spostare l’evento, ma non voglio giudicare perché non conosco Adeje. Volete un esempio italiano? Mi viene in mente la Festa dello Sport che ogni anno si svolge all’Università di Tor Vergata, precisamente alla facoltà di medicina, almeno era così quando io ho partecipato; il lato negativo è che tale evento dura solo un giorno, ma è ottimo, soprattutto per un evento organizzato da studenti, che per organizzare l’evento sacrificano una parte del tempo normalmente dedicata allo studio. Quest’anno, alla Festa dello Sport c’erano vari gruppi, ognuno dedicato a uno sport diverso; per esempio, c’era il gruppo di capoeira, ma anche quello di krav maga e quello di pole dance, tanto per fare alcuni esempi. Un altro esempio che mi viene in mente è il Festival dell’Oriente, che si è svolto in varie città italiane; io ho partecipato all’evento che si è svolto alla Fiera di Roma; dicono che il Festival dell’Oriente è stato meglio in altre città, ma io non posso saperlo perché ho partecipato solo a quello di Roma. Parlando della Fiera di Roma, mi viene in mente Romics, un evento dedicato prevalentemente a fumetti e cartoni animati.

La Settimana di Cultura Tibetana è uno degli eventi culturali più conosciuti a Tenerife.

Perché scrivo un articolo sugli eventi culturali? Secondo me, gli eventi culturali sono molto utili per la gente, perché la cultura non si acquisisce solo a scuola, ma anche fuori, forse soprattutto fuori. Mi viene in mente un aforisma che ho letto poco tempo fa: «Se pensate che la cultura sia costosa, provate con l’ignoranza!». Condivido pienamente tale aforisma. Secondo me, l’ignoranza è molto più costosa della cultura, e su questo ci sarebbe da fare un discorso lungo.

Parlando di cultura, dovrei parlare della scuola italiana, ma ci scriverò articoli separati; ora preferisco concentrarmi sugli eventi culturali. Parlando del «risparmio» fatto dal governo italiano sulla cultura, mi viene in mente la settima strategia della manipolazione secondo Noam Chomsky.

Parlando di eventi culturali, mi viene in mente il programma che avevo per l’elezione al consiglio comunale di Roma; ho fatto anche un volantino, ma la mia campagna ha avuto poco successo; andrà meglio la prossima volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.